Category Archives: Guide

Convertire Sistema Operativo Installato in Macchina Virtuale

Spesso su internet si sente parlare di virtualizzazione,di sistemi operativi che supportano essa e di tante altre cose che la riguardano.La virtualizzazione,in parole povere,è una tecnologia che consente di avere installato sul PC,o meglio nel sistema operativo che utilizziamo,degli altri grazie all’uso di software che consentono di fare ciò.

Per dirla tutta mettiamo caso che utilizziamo Windows Xp,è possibile creare macchine virtuali ed utilizzare anche Vista,Ubuntu (e altri) semplicemente installandoli in appositi software di virtualizzazione direttamente accessibili dal nostro sistema operativo primario ed utilizzabili come normali applicazioni Windows.Molto utile si rivelano queste “macchine virtuali” quando vogliamo sperimentare programmi senza compromettere l’OS principale.

Voi ora direte,come si creano queste macchine virtuali

I software migliori e più famosi sono Microsoft Virtual PC,VirtualBox,VMware Workstation e VMware Player.Tra questi 4 solo VMware Workstation è a pagamento,mentre gli altri tre sono tutti gratuiti.Il problema,se così lo vogliamo chiamare,e che per installare qualche OS occorre avere a disposizione il DVD d’installazione o il file ISO del sistema operativo e quindi procedere,tramite uno dei software citati,con la normale installazione da zero per poi aggiungerci tutto quello che vogliamo.

Ora starete pensando,si può creare una  macchine virtuale del sistema operativo in uso con tutti i programmi e altro già integrato.

La risposta è si.Fino a qualche anno fa questo processo di conversione era riservato solo ad utenti esperti mediante l’utilizzo di software costosi ed ingombranti molto pesanti per il PC.

Da ora,grazie ad un’utility creata dalla Microsoft,è possibile convertire il sistema operativo esistente installato ed in uso in una macchina virtuale utilizzabile in altri PC seguendo piccoli passi.Questo piccolo programmino si chiama Disk2vhd, esso è stato sviluppato dal team Sysinternals del colosso di Redmond capace di creare un disco rigido dal computer del sistema operativo in uso non necessitando neanche d’installazione essendo molto leggero e molto semplice da utilizzare.

Utilizzo di Disk2vhd

Appena avviato il programma ci verranno elencate le varie partizioni (ovviamente chi le ha) presenti sul disco con il relativo spazio disponibile e lo spazio richiesto per creare la macchina virtuale:

per iniziare a creare il file VHD basta selezionare il disco scelto e cliccare su create,naturalmente prima di aver deciso la cartella di destinazione dove verrà salvato il file.

Da notare che lo spazio richiesto (visibile per ogni partizione sotto la voceSpace Required) per la creazione della macchina deve essere disponibile nel disco in uso altrimenti il processo non inizierà.

Durante il processo è consigliabile chiudere tutti i programmi in esecuzione,farsi una bella passeggiata e verificare che il processo sia terminato (la durata dipende anche dalla potenza hardware del PC).Completata la fase di creazione della macchina virtuale potremo avviare quest’ultima in qualunque PC che abbia Windows 7 Ultimate,Microsoft Virtual PC o Microsoft Hyper-v.

Proprio gli utenti che utilizzano Windows 7 Ultimate hanno il vantaggio di poter eseguire i file VHD direttamente senza l’uso di software esterni grazie al gran lavoro di Microsoft svolto e alla funzione già integrata per il supporto ai file VHD.

Disk2vhd può creare macchine virtuali per gli OS Windows Xp,Windows Vista e Windows 7 nelle architetture a 32 e 64 bit.

Come Scoprire Velocità Streaming Video

Youtube dalla sua nascita ha rappresentato l’evoluzione vera e propria dei video nel web.

Se si pensa che questo famosissimo portale sia stato creato diversi anni fa quasi per sbaglio e si calcola che attualmente è uno dei siti più visitati al mondo,la soddisfazione da parte dei creatori è illimitata.

Visualizzando video su Youtube spesso si può incappare in blocchi durante la visualizzazione che molto spesso sono conseguenza di connessioni lente o mal funzionanti.Questo problema era molto comune diversi anni fa in cui non erano molto diffuse le linee ADSL e chi si connetteva sul web e raggiungeva il portale di video sharing lo faceva con una connessione lenta e scadente che però era come avere l’oro visto i tempi e la poca diffusione delle connessioni ad internet esistenti attualmente.

Ai giorni d’oggi questi problemi sono verificabili raramente visto che ormai una famiglia su tre possiede una connessione ad internet abbastanza veloce,con la rilevazione di errori,problema di linea o problemi al portale Youtube (molti rari) immediata.

In questi giorni è stato lanciato una specie di servizio che calcola la velocità di streaming video in tempo reale facendoci visualizzare un video di prova.Oltre alla velocità sono presenti anche altre informazioni circa lo streaming e connessione.

Sono presenti anche dei grafici dove sono rapportati dei dati molto interessati riguardanti dei confronti delle velocità streaming video (Mbps) del nostro ISP (sarebbe chi ci fornisce la connessione),della nostra città,provincia,nazione con la rappresentazione anche del valore a livello globale (risultato più alto del nostro) nell’ultimo periodo di tempo (30 giorni).

Se siete curiosi di scoprire la vostra velocità durante lo streaming video questa è la pagina per effettuare il test.

Aggiungere Barra di Avvio Veloce in Windows 7

Tra le tante funzionalità presenti in Windows 7 non figura la barra di avvio veloce presente nei sistemi operativi precedenti al Seven,quali Xp e Vista.

In Windows 7 molti utenti non vedendo tale funzione hanno subito pensato che gli sviluppatori non l’abbino integrata nel sistema operativo.Non è proprio così in quanto la barra di avvio veloce è una funzione presente in Windows 7 solamente che è disabilitata e nascosta.

Abilitare la barra di avvio veloce anche in Windows 7
Cliccare con il tasto destro sulla taskbar, dove è presente il menù start,per intenderci, e cliccare su nuova barra degli strumenti;

nel nome inseriteci la seguente stringa %userprofile%AppDataRoamingMicrosoftInternetExplorerQuick Launch e cliccare su selezione cartella;

ora cliccare nuovamente con il tasto destro sulla taskbar e togliere la spunta su blocca la barra delle applicazioni

ora posizionatevi sulla voce Quick Launch e cliccate con il tasto destro per rimuovere la spunta su mostra testo/mostra titolo

tramite le barre verticali trascinate la vostra nuova barra per posizionarla dove vi pare;

possibile anche impostare le  icone grandi per chi vuole farle assomigliare a quelle presenti di default su Windows 7

per finire il tutto bloccate la barra delle applicazioni.

Molto interessante.

Come Disattivare Infinity – Guida

In questa guida spieghiamo come disattivare Infinity.

Infinity è un servizio online messo a disposizione da Mediaset.
Tramite questo servizio è possibile vedere video in streaming attraverso il sito ufficiale.
I video messi a disposizione sono di vario tipo, troviamo infatti film e serie televisive diverse.

Il servizio viene offerto gratis in prova, ma terminato questo periodo è a pagamento.
Se non si è interessati, è quindi importante sapere come disattivarlo.
Prima di vedere come fare, precisiamo che per realizzare questo articolo abbiamo utilizzato questa guida sulla disdetta Infinity pubblicata su questo sito.
Non abbiamo quindi provato direttamente la procedura.

Come prima cosa, è necessario andare sul sito ufficiale e effettuare l’accesso utilizzando i propri dati utente.

Una volta effettuato l’accesso, è possibile entrare nell’area La Tua Registrazione.
In questa sezione bisogna cliccare su Dettagli Sottoscrizione.

Vengono in questo modo mostrate diverse opzioni, tra le quali è necessario selezionare Sospendi il Pagamento.
A questo punto basta confermare la propria scelta per disattivare Infinity.

Nel caso in cui siano stati comprati dei contenuti, questi saranno comunque disponibili fino alla loro scadenza.

Se, oltre alla disattivazione, si vuole effettuare la cancellazione, è necessario selezionare l’opzione Impostazioni Privacy dalla pagina La Tua Registrazione di cui abbiamo parlato prima.
Una volta fatto questo, è possibile cliccare sul pulsante Clicca Qui, presente in basso e scegliere poi Cancella Account.

Disattivare Infinity è quindi molto semplice.

Come Calibrare la Batteria del Portatile Velocemente

Tutti coloro che possiedono un notebook, si saranno accorti che pian piano, la durata della batteria diminuisce sempre di più, fino a diventare inutilizzabile, ma come fare in questi casi.

Calibriamo la batteria.

La calibrazione della batteria richiede un ciclo di scarica e uno di carica completo. Per fare ciò, non possiamo utilizzare il computer durante un lasso di tempo che va dalle 1 alle 5 ore. Fatto ciò  la batteria del nostro portatile tornerà come nuova e le letture della durata residua saranno molto più accurate.

Per fare ciò dovete semplicemente seguire questa procedura:

Spegnere il computer portatile.
Colleghiamo il pc alla rete elettrica.
Carichiamo il pc completamente.
Avviare il pc in modalità provvisoria, cioè premendo F8 prima dell’avvio di windows stesso.
Una volta avviato il pc rimuovere il caricabatterie e lasciamolo scaricare completamente, fin quando non si spegne
Ora la batteria risulterà ricalibrata.

Con questi pochi passi, che però potranno richiedere molto tempo, possiamo ridare vita alle nostre batterie.

1 2 3 4 5